Potrebbero anche interessarti
MASSA MUSCOLARE

GLI AMINOACIDI E I LORO INNUMEREVOLI BENEFICI

Nell'articolo precedente abbiamo parlato degli aminoacidi a catena ramificata, della loro influenza sui processi metabolici necessari per la sintesi proteica e della loro capacità di aumentare la "vita cellulare" dichiarata da un recente studio in materia. 

Oggi, invece, vedremo quali sono i benefici degli aminoacidi a catena ramificata.

La chiave per la funzione biologica: mTOR

La proteina regolatrice mTOR influenza non solo la crescita cellulare e la sintesi proteica, ma anche la sopravvivenza cellulare. L'mTOR agisce come un sensore energetico e nutritivo che riceve input dal corpo per quanto riguarda lo stato nutrizionale cellulare e i livelli di energia e ormoni, inclusa l'insulina.

Rilevando la disponibilità di energia, compreso l'apporto calorico, l'attività mTOR aiuta a governare il consumo calorico inducendo le sensazioni di sazietà e pienezza, in parte attraverso l'interazione mTOR con l'ormone leptina, il quale a volte viene chiamato ormone anoressico. 

Sensibilità all’insulina

Le prove sull'uomo hanno rilevato effetti più che favorevoli sulla sensibilità all'insulina e sul controllo della glicemia, come dimostrato in uno studio su 32 soggetti diabetici anziani per un periodo di prova di più di un anno. Una miscela di aminoacidi ricchi di BCAA ha migliorato numerosi parametri del metabolismo della glicemia, inclusa l'emoglobina A1c.

Le miscele di aminoacidi arricchiti con BCAA hanno anche mostrato di migliorare la condizione di deperimento muscolare nota come sarcopenia in soggetti umani anziani che hanno acquisito massa muscolare durante il trattamento. 

Questa scoperta ha importanti implicazioni per l'uso di BCAA in altre condizioni caratterizzate da debilitazione e perdita muscolare.

Supporto della funzione del sistema nervoso sano

Poiché i BCAA sono coinvolti nella formazione e nel mantenimento del glutammato e del neurotrasmettitore acido gamma-aminobutirrico (GABA) nel tessuto cerebrale, i ricercatori ritengono che possano svolgere un ruolo nel sostenere la funzione del sistema nervoso sano. Tali studi hanno dimostrato che la somministrazione orale di BCAA può migliorare le prestazioni cognitive.

Altri benefici degli aminoacidi a catena ramificata

Obesità

Un maggiore apporto dietetico di BCAA è associato a una diminuzione della prevalenza di sovrappeso o obesità.  Integrando l'amminoacido a catena ramificata, la leucina mostra il potenziale per preservare la massa magra nei soggetti che stanno consumando una dieta ipocalorica per perdere peso. Gli scienziati ritengono che la leucina scateni una risposta post-pasto che protegge il muscolo metabolicamente attivo mentre aumenta la perdita di grasso corporeo.

Sindrome metabolica

Una dieta ricca di proteine e moderata di carboidrati è efficace nel gestire la sindrome metabolica e il diabete di tipo 2 e nel promuovere la perdita di peso. La leucina può giocare un ruolo chiave nell'efficacia di una dieta ricca di proteine modulando la segnalazione di insulina e l'uso di glucosio da parte del muscolo scheletrico.

Dolore muscolare

Il consumo di BCAA prima dell'allenamento ha ridotto l'indolenzimento muscolare 2 e 3 giorni dopo l'allenamento, rispetto agli individui che non consumavano BCAA. 30 BCAA sono stati segnalati anche per ridurre la sensazione di affaticamento durante un intenso allenamento. L'assunzione di BCAA durante l'allenamento ha ridotto l'aumento dei marcatori ematici di danno muscolare e infiammazione che altrimenti si verificano con un intenso esercizio fisico. 

Referenze:

1. Harper AE, Miller RH, Block KP. 1984. Branched chain amino acid metabolism. Annual Rev Nutr., 4:409-54. 

2. Sharp CP, Pearson DR. 2010. Amino acid supplements and recovery from high-intensity resistance training. J Strength Conditioning Res., 24: 1125-1130.

3. Kreider RB et al. 210. ISSN exercise & sport nutrition review: research & recommendations. J Int Soc Sports Nutr., 1-35.

4. D’Antona G, Ragni M, Cardile A, et al. 2010. Branched chain amino acid supplementation promotes survival and supports cardiac and skeletal muscle mitochondrial biogenesis in middle-aged mice, Cell Metab., 12, 362-372. 

5. Chowanadisai W, Bauerly KA, Tchaparian E, Wong A, Cortopassi GA, Rucker RB, 2010. Pyrroloquinoline quinone stimulates mitochondrial biogenesis through cAMP response element-binding protein phosphorylation and increased PGC-1alpha expression. J. Biol. Chem., 285, 142-152.

6. Kelly G, 2010. A review of the sirtuin system, its clinical implications, and the potential role of dietary activators like resveratrol. Alternative Medicine Review.

7. Alvers AL, Fishwick LK, Wood MS, Hu D, Chung HS, Dunn WA Jr, Aris JP. 2009. Autophagy and amino acid homeostasis are required for chronological longevity in Saccharomyces cerevisiae. Aging Cell 8, 353-369.

06/12/2018 Staff Vitaminstore