Ritiro Gratuito
Ritiro Gratuito
NEI NOSTRI PUNTI VENDITA
CONSEGNA GRATUITA
CONSEGNA GRATUITA
CON ORDINI SUPERIORI A 29.90€
Consulenza gratuita
Consulenza gratuita
Nei nostri punti vendita

Ciclismo: Intervista a Marco Molteni

Dopo la bella chiacchierata con Daniel Sticco oggi parliamo di un altro sport, il ciclismo, e della forma fisica che questa disciplina richiede a livello agonistico.
Marco Molteni, 20 anni, di Oggiono (provincia di Lecco), ciclista del Team Unieuro Trevigiani, lo stesso team che a suo tempo vide nelle file della propria rosa dei giovanissimi Franco Pellizzotti (campione nazionale di ciclismo su strada nel 2012), Giacomo Nizzolo (campione nazionale nel 2016 e vincitore della classifica a punti del Giro d’Italia 2015 e 2016) e Alessandro Balland (campione del mondo di ciclismo su strada nel 2008)
Marco ha iniziato a 12 anni a correre in bici e da due anni che corre per il Team Unieuro, vale a dire una squadra Continental. Siamo riusciti a scambiare due chiacchiere con lui durante un momento di pausa successivo ad una tappa corsa in Toscana.

COME E’ ANDATA LA GARA?


“Era una breve gara che prevedeva una cronometro a squadre e una tappa in linea… molto dura… piena di salite e infine una tappa che prevedava sei settori di strade bianche, circa 60 km. È andata bene, siamo arrivati secondi alla crono a squadre; ho fatto l’8° posto nella tappa in linea e 6° nella tappa su strade bianche. Sono contento visto il 5° posto in classifica generale. In linea di massima mi sento in buone condizioni fisiche quindi spero di continuare a raccogliere risultati positivi e, magari, vincere qualche tappa.”

E QUALI SONO I PROSSIMI IMPEGNI?


“I prossimi appuntamenti, molto impegnativi, sono due gare, una in Ucraina (6 tappe) e un’altra in Turchia (5 tappe)”

NEL CICLISMO SI INCROCIANO L’INTERESSE DEL SINGOLO CON QUELLI DELLA SQUADRA, CIO NON TOGLIE CHE IL LEGAME DEL TEAM È FONDAMENTALE PER OTTENERE BUONI RISULTATI


“Indubbiamente l’ego aiuta poco. Per vincere bisogna essere per forza squadra e favorire ogni giorno il compagno che sta meglio. Quando corri con un team professionista, a questo livello, se non fai squadra non arrivi da nessuna parte. Io cerco sempre di essere solidale con tutti e, se necessario, aiuto i miei compagni”.

PASSIAMO ALL’ALIMENTAZIONE CHE IN QUESTO SPORT È FONDAMENTALE DATA LA LUNGA DURATA DEGLI ALLENAMENTI E DELLE GARE. QUAL È LA TUA DIETA E LA TUA INTEGRAZIONE PRIMA, DURANTE E DOPO GLI ALLENAMENTI?


“Quello che mangiamo noi ciclisti è il “nostro carburante” nel vero senso della parola, perché da esso dipende la qualità della nostra prestazione. Siccome il fisico viene portato al limite ogni singolo giorno l’alimentazione diventa fondamentale per il recupero; inoltre è necessario mangiare cibi facili da digerire, che non sovraccarichino il fegato. L’apporto di carboidrati è fondamentale per avere resistenza mentre le proteinesvolgono un ruolo importante per il recupero a livello muscolare.”
“Per quanto riguarda la mia integrazione nel pre workout non assumo nulla vista la lunga durata degli allenamenti. Durante il training assumo principalmente gel energetici; mentre è molto importante il post-workout per via del recupero, per cui prediligo ">aminoacidi ramificati con glutammina e, in caso di lunghi allenamenti, assumo una dose di ">maltodestrine. Per quanto riguarda la sera assumo l’arginina. Altri integratori fondamentali sono quelli contenenti vitamina C e vitamine del gruppo B.


E IL TUO ALLENAMENTO IN COSA CONSISTE?


“Per quanto riguarda l’allenamento percorro in media 100 km al giorno, ma possono capitare le giornate in cui ne percorro 180 o 200 (principalmente durante le gare). Nei giorni in cui si fa recupero percorro brevi distanze, ad esempio 50/60 km, per fare un po’ di scarico. Tutto dipende dal periodo della stagione e se ci sono delle gare da fare; in questi casi si possono fare allenamenti specifici come “interval training” o lavori di forza. Mentre nei giorni di recupero, vale a dire nei post gara, si va in bici tranquillamente anche per 5/6 ore, senza fare lavori specifici, percorrendo soltanto chilometri.”

PER CONCLUDERE: E’ INIZIATO IL GIRO D’ITALIA… CHI SI CONTENDERA’ LA MAGLIA ROSA?


“Difficile a dirsi, i contendenti sono tanti; credo che vedremo un bel duello tra Vincenzo Nibali (campione in carica) e Nairo Quintana (vincitore nel 2014 e campione in carica della Vuelta d’Espana).”

Left
Right

Prodotti correlati